Quando la blogger è di troppo…

Da circa tre settimane alla blogger bionda più famosa d’Italia è stata affidata su Style.it una rubrica dove (cito testualmente) “riscrivere” le regole della moda e dell’eleganza.
Ora, a leggere anche frettolosamente i consigli dati fino ad oggi (senza nemmeno rispettare la cadenza settimanale, decisamente poco professionale mia cara blogger bionda!) ci si può accorgere con estrema facilità che si tratta di idee piuttosto banali e stantie, che nulla aggiungono a quanto detto negli ultimi 20 anni.
Se fino a pochi anni fa l’ingresso in case editrici come Condé Nast era riservato a pochi eletti, oggi per merito (e colpa) del web pare che la via verso l’Olimpo sia semplicemente più corta… e non sempre, purtroppo, meritocratica. Questo però è stato immediatamente notato dal popolo del web, scatenando un effetto boomerang tra i commenti della rubrica stessa. Mentre sono pochi i temerari (e membri dello stesso staff della blogger, scrivono i più maligni) che affrontano ogni avversità pur di difendere a spada tratta la propria beniamina, è ormai impossibile contare le critiche negative: alla sua persona, al suo conto in banca (questo lo trovo sbagliato però), alle sue competenze, e si discute sul fatto che molte persone più preparate di lei non godano delle stesse opportunità.
Forse non se ne può fare una colpa esclusivamente alla persona in questione, lei è stata in grado di capire all’epoca dell’apertura del blog di quale potesse essere la potenzialità del mezzo e ne ha approfittato. Però non ha mai dimostrato di possedere i requisiti per godere di tutti i benefit che le sono concessi, causando non pochi problemi alle aziende che, negli anni, hanno deciso di affidare la propria immagine alla bionda blogger.
Che ne pensate, la pubblicità è sempre pubblicità e va bene purché se ne parli? O sarebbe forse meglio premiare la qualità? Ai posteri l’ardua sentenza, la mia opinione credo che si possa facilmente intuire…

Annunci

11 thoughts on “Quando la blogger è di troppo…

  1. Proprio ieri commentavo su facebook gli interventi della blogger bionda. Li trovo inutili nella migliore delle ipotesi, molti contengono (a mio parere) dei veri e propri errori di stile (vedi per esempio il post sulle ballerine sotto ai vestiti lunghi, che non anche concesse ma di certo non in situazioni formali e non con il vestito orrendo che lei aveva scelto per accompagnare il post). I migliori sono quelli copiati dagli stati uniti, almeno non contengono mostruosità assortite!

    • Ciao Marta, grazie per essere passata da qui! Mi chiedo come possa essere stata fatta questa scelta quando decisamente non incontra il favor di popolo, e nemmeno degli addetti ai lavori che conosco io se vogliamo dirla proprio tutta. Un bel mistero davvero…

  2. Una precisazione: la cadenza non sarebbe dovuta essere settimanale, bensì ogni dieci giorni; in ogni caso, non è stata rispettata.
    Ridicoli oltre ogni limite.

  3. premetto che io la “seguo” appena da poche settimane… ma a dirla tutta…penso che tutti i brutti commenti a lei rivolti…siano sotto sotto dettati dall’invidia… “perchè lei si…e io no”
    tutti possono se vogliono aprire un blog… ma non mi sembrano poi così tanti quelli che ottengono tutta questa popolarità… e siano stati in grado di creare in poco tempo una così fitta rete di contatti e collaborazioni…un motivo ci sarà…

  4. Buongiorno, come immaginavo questo argomento sta interessando molte persone!
    E., chiedo perdono per la svista: in ogni caso non rispettare le scadenze sin dall’inizio è un comportamento ingiustificabile e io (così come qualunque altra persona normale) forse sarei già stata mandata a casa.
    Aurora Eva, sei sicura di aver letto bene i commenti su Style e questo articolo? Dire “è solo invidia” lo trovo francamente troppo facile e riduttivo. Al contrario, vedere che ancora esistono persone in grado di indignarsi per qualcosa che ritengono un’ingiustizia, un sopruso, mi rassicura.
    f 1:4 ha ragione, si e sì non sono la stessa cosa…

  5. Pingback: ‘Pagami, e scriverò di te’. La “dura” vita delle fashion blogger « walkinfashionblog

  6. Pingback: E adesso voglio il blog della farfalla di Belen. « walkinfashionblog

  7. Pingback: Errori da blogger « walkinfashionblog

  8. Pingback: Errori da blogger #2 « walkinfashionblog

  9. Pingback: Consigli di stile? Parliamone va. « walkinfashionblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...