Mi sento un po’ Hung Huang.

Cari lettori, oggi per la prima volta mi sono arrivate per mail dei “simpatici consigli” per un mio post di qualche giorno fa, dove mi si chiedeva di rimuovere l’articolo. E questo mi fa sentire un po’ come Hung Huang. Non la conoscete? Considerata l’Oprah cinese, è una delle figure più poliedriche dell’Asia, capace di smuovere le coscienze in un Paese in cui la censura è una realtà quotidiana. Oltre ad essere CEO di China Interactive Media Group e direttrice di iLook China, magazine apripista per testate come Vogue e Cosmopolitan, Hung Huang diffonde tramite il web le sue opinioni, cosa non sempre ben vista da tutti (“Inizialmente non ero molto convinta dell’idea di aprire un blog, ma dopo aver ricevuto circa 2.000 messaggi minacciosi da gente che odiava i blogger, mi sono resa conto di quanto potesse essere potente questo media”).

Hung Huang

Mi chiedo dove andremo a finire se si inizia addirittura a suggerire ai blog la strada dell’autocensura. Io amo il mio lavoro di giornalista di moda, ma mi rendo anche conto del fatto che, purtroppo, la stampa tradizionale è ancora troppo legata a certi concetti che non sempre permettono a chi scrive di esprimersi come si vorrebbe. E questo mi porta a pensare che la stampa tradizionale sia un po’ come un barattolo di legumi: la loro scadenza non è immediata, adesso sono buoni e commestibili, ma tra qualche anno potrebbero essere da buttare.
Se però si vogliono mettere dei paletti anche alla comunicazione su web, ai blog gestiti da utenti PRIVATI, che fine fa la libertà d’espressione? Spero che davvero non si finisca per censurare tutto, così da obbligare persino chi possiede un proprio spazio personale a seguire determinati processi, perché sarebbe solo l’inizio di una spirale negativa.

Photo courtesy of chinesepeoplehavenostyle.com

Ti potrebbero interessare:

Social media marketing for dummies
Errori da blogger #2
E adesso voglio il blog della farfalla di Belen.

Annunci

2 thoughts on “Mi sento un po’ Hung Huang.

  1. Pingback: Per me, lavorare è un po’ come viaggiare: WalkinFashion on WhatYouLove « walkinfashionblog

  2. Pingback: Consigli di stile? Parliamone va. « walkinfashionblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...